Un weekend tra storia e futuro per Bimota

Fine settimana importantissimo in casa Bimota quello appena concluso. Si è infatti svolto il 18, 19 e 20 ottobre scorsi il Misano Classic Weekend, evento incentrato sulla rievocazione della storia delle moto di pista e da strada. Bimota, partner dell’evento, ha non solo partecipato, ma voluto fortemente questa manifestazione, essendo un’ottima occasione per presentare i nuovi dirigenti al pubblico e agli addetti ai lavori.

Marco Chiancianesi e Daniele Longoni infatti, manager di successo nell’edilizia di lusso in Svizzera, sono da poco più di un mese alla guida del mitico marchio ed erediteranno il testimone come veri appassionati di motociclismo. Due fattori essenziali quindi, la consolidata esperienza imprenditoriale, e l’amore per il mondo delle due ruote, sono motivo di ottimismo per questa nuova avventura.

Chiancianesi e Longoni si sono presentati in occasione dell’apertura al pubblico di Bimota, dove gli ospiti del buffet hanno atteso il momento magico del giro all’interno del reparto produzione dei mitici modelli Bimota. Qui tra meraviglia quasi infantile davanti ai gioielli su due ruote in fase di montaggio, gli appassionati hanno potuto ascoltare la storia di Bimota e ammirare i modelli più esclusivi di 40 anni di produzione della casa riminese.
Anche al ritorno al circuito di Misano per la parata e le foto di rito, Chiancianesi e Longoni hanno intrattenuto gli amici di Bimota in maniera assolutamente informale e non convenzionale, accompagnando l’apericena suonando e cantando per gli ospiti in una sorprendente jam session rock.

Qui potete vedere un entusiasmante video riassuntivo →

Chiusura trionfale del Trofeo Italiano Amatori

È con il quinto podio su cinque tappe che Marco Chiancianesi ha concluso in bellezza la sua partecipazione al Trofeo Italiano Amatori 2013. La competizione motociclistica, giunta quest’anno all’ottava edizione, prevede la partecipazione di piloti non professionisti, che hanno la possibilità di gareggiare con le moto abitualmente utilizzate su strada, alle quali dovranno apportare le modifiche atte a renderle sicure anche su circuiti di velocità.

Dopo le tappe dei mesi scorsi che si sono tenute a partire da Aprile, su rinomati circuiti della penisola, come quello di Misano intitolato a Marco Simoncelli, l’ultima gara ha visto le moto calcare la pista dell’Autodromo Internazionale del Mugello, l’ardito circuito che con cambi repentini di pendenze e curve è di diritto uno dei più riconosciuti a livello mondiale.

Proprio le caratteristiche adrenaliniche di impianti come questo sono ciò che i centauri apprezzano maggiormente per mettere alla prova la loro fame di velocità e abilità, la stessa emozione che ha fatto trionfare Marco Chiancianesi tappa dopo tappa, fino a quest’ultimo meritatissimo podio.

La premiazione dei vincitori avverrà quest’anno a Rho nei padiglioni di Fieramilano in occasione della 71ma edizione dell’EICMA, la prestigiosa Esposizione Internazionale del Motociclo, che si terrà dal 7 al 10 Novembre 2013.

Sport, tenacia e tanta passione

Lo sport è qualcosa che si vive dentro, che fa parte dell’anima della persona che lo pratica. Soprattutto quando la sfida è verso imprese quasi estreme, che richiedono grande perseveranza e allenamento. Marco Chiancianesi è uno sportivo a tutti gli effetti e lo dimostra nelle varie discipline in cui si cimenta tutt’ora in quanto non professionista.

Dalla durissima prova dell’iron-man al calcio dove ha segnato 58 gol come difensore centrale e vinto 2 campionati amatoriali. E non solo: Marco si iscrive alla mitica R1cup, la massima competizione italiana di motociclismo al Mugello, dove ottiene dei tempi e dei risultati veramente invidiabili.
Anche qui Marco ha trovato il modo di sfruttare anche questa sua passione sportiva, oltre alla musica, per aiutare gli altri. Le sue gare servono, infatti, a sponsorizzare iniziative umanitarie e sono l’occasione per distribuire volantini informativi.